segreteria@rotaractnolapomigliano.it
“Investire sulle proprie potenzialità e talenti, essere imprenditori di sé stessi”, questa è la chiave del successo e della realizzazione dell’individuo. In un momento storico come quello attuale, caratterizzato da una profonda recessione economica, diventa necessario per molti giovani reinventarsi, partire dalle proprie capacità e cercare di sfruttarle al meglio per inserirsi nella giungla dell’ambiente lavorativo. Tutto nasce da un’idea, incluso il nuovo modo di fare economia che, sempre di più, si sta diffondendo anche in Italia: il business delle start up. La start up, oggi, dà la possibilità di diventare “imprenditori delle proprie idee”, di realizzare quell’intuito per l’innovazione che nel Sud-Italia possediamo in modo accentuato, ma che più difficilmente si concretizza proprio perché la nostra è una realtà molto complessa. La vita di ognuno di noi è una storia a sé e sicuramente il business delle start up, attualmente, offre un modo alternativo di poterla scrivere, un percorso però che non si intenda essere più semplice di altri, ma che è comunque percorribile con una maggiore probabilità di successo rispetto ad un decennio fa, avendo oggi la grande attenzione di investitori sia pubblici che privati. Alla luce di tutto ciò, diventa importantissimo cercare di fare chiarezza su questo argomento e proprio per questo motivo, il 14 maggio, presso l'Aula Magna dell’Università degli Studi di Napoli “Parthenope” (sede di Nola), alla presenza di 150 alunni degli Istituti Superiori del territorio, si è tenuto il convegno: “Start Up: A good Idea”, organizzato dal Rotaract Club Nola-Pomigliano d’Arco. La finalità del convegno rispecchia in pieno il principio fondamentale che caratterizza da sempre la famiglia rotariana, ovvero “fare Service”, mettere al servizio della collettività le proprie competenze, energie, il proprio tempo. Si è voluto, quindi, far sì che gli studenti prossimi al mondo del lavoro potessero apprendere concetti e formarsi in questo campo, capire le opportunità che lo stesso offre, i modi di far convergere sulla propria idea l’interesse degli investitori: in sostanza, quale strada iniziare a percorrere per poter diventare startupper di successo. In qualità di relatori sono stati invitati esperti campani del mondo delle Start Up di prim’ordine, a testimonianza del fatto che le eccellenze nel nostro territorio ci sono e continueranno ad esserci. Sono intervenuti: Roberto Vona, Prof. di Economia e Gestione delle Imprese presso l’Università Federico II di Napoli, uno dei massimi esponenti accademici della materia, autori di articoli, interventi in riviste specifiche e coautore di alcune monografie sulla tematica, che ci ha introdotto l’argomento sviluppando una panoramica generale della situazione attuale. Edoardo Imperiale, di Sviluppo Campania, società costituita per sostenere la nascita e lo sviluppo delle start up e dell’impreditoria soprattutto medio-piccola nell’ambito del territorio regionale, che ha informati riguardo il finanziamento pubblico, gli strumenti e gli interventi messi in campo dalla Regione Campania per far sì che l’universo start up possa realizzarsi nel miglior modo possibile in Campania. Domenico Soriano, Partner Digitalmagics Sud Italia, che ha parlato dell’importanza degli incubatori nella concretizzazione dell’idea innovativa e del ruolo fondamentale che hanno nel “processo di accelerazione” che permette alla start up di trasformarsi in una vera e propria azienda. Antonio Sorrentino, Presidente e Amministratore delegato presso Domec C, ex manager ed attuale Startupper di grande successo, che ha portato la sua esperienza personale. Corrado Sorge, Ceo Hubstrat e Re-Work, esperto di co-working e modello aziendale reticolare con il caso studio di successo di Hubstrat.

Categoria :

Data : 14 Mag 2016

No Comments

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close